Giustizia, tre giorni ed è fatta

Finalmente una luce in fondo al tunnel della ingolfatissima giustizia italiana.
La intravede Luigi Ferrarella, sul Corriere:

Ma non è un caso che ogni giorno in Italia un processo su tre «salti» per un qualche difetto di notifica.

Ogni giorno ne salta un terzo. Coraggio, tre giorni (feriali) ed è finita. Annullati tutti i processi, le nuove cause andranno speditissimamente: sempre, ovviamente, che puntino ad arrivare a sentenza definitiva entro i tre giorni, sopravvivendo inoltre alla contemporanea falciatura del 66,6 periodico.

Non male, per un articolo che prende in giro il lapsus calami altrui.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>