LASP

Mentre tutti guardavano per aria (fritta), la tecnotizia della settimana è il miliardo speso da Sun per far entrare noi smanettoni di MySQL nel meraviglioso mondo dell’Enterprise.
Dove tutto è cento volte più complesso del necessario. Speriamo bene!

Mi sembra comunque una bella prova di maturità dell’Open Source, e soprattutto delle potenzialità del suo modello di business.

5 commenti su “LASP

  1. Dici che era il caso di precisare per i miei lettori tecnologicamente illetterati (tra cui non te, ovviamente) che MySQL è la M della piattaforma di sviluppo detta LAMP?
    Epperò che studino, perdiana! 😉

  2. Ciao Andrea,

    ultimamente vado a rilento con il blogging, e prima di risponderti volevo scrivere qualcosa sul tema. Non ho elementi per valutare se i conti che fa Matt Asay siano giusti, in ogni caso anche se MySQL è stata pagata “solo” venti volte la posta la questione è e rimane: come se ne avvantaggierà Sun, e soprattutto che ruolo avranno i partner di canale?

    Nel mio post ho riportato una parte del testo della lettera che Jonathan Schwartz ha fatto recapitare all’alba del 16 gennaio scorso ai partner di tutto il mondo partecipanti al Sun Partner Advantage Executive Summit. Come si legge nel testo l’auspicio è che in questa rinnovata fiducia e volontà di far fare business ai partner di canale anche l’acquisizione di MySQL trovi una sua collocazione. Ma è davvero così? Non sembra banale a mio avviso far convergere due modalità di veicolare così diverse: da una parte partner storici di Sun, abituati a vendere prodotti hardware, software e servizi di supporto sistemistico, dall’altra l’ecosistema MySQL con i suoi “vestiti su misura”, le applicazioni appunto basate sullo stack Linux, Apache, MySQL, Php.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>