L’assurdo non è una fonte rinnovabile

Intervistato da TeleCamere sullo sfascio dell’ospedale di Melito Porto Salvo, un medico snocciola la sua ricetta di sopravvivenza psicologica: si fa finta di essere in Medici Senza Frontiere.
Il metodo è buono.
Per accettare il declino relativo serve comunque l’esistenza di un declino assoluto da citare per assurdo.

Ora noi abbiamo redditi greci e prezzi tedeschi. Alla fine del prossimo giro berlusconiano di riscossione “percepiremo” verosimilmente redditi nigeriani e prezzi londinesi. Sarà difficile allora trovare uno scenario talmente peggiore del nostro da poter usare questa strategia autoconsolatoria.
Si dovrà fingere forse di sguazzare ancora nel brodo primordiale. E non fate l’onda!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>