Scherzi della memoria involontaria

Hi, pleasant dutch math students.
It’s me, remember that night we were in Frascati, near Rome, in 1991?
We were totally drunk, and talking ’bout girls I said “Boole e pupe”, just to be witty.
I could not explain properly the joke behind with “Guys and Dolls”.

Suddenly, now I do have the solution: it is exactly like “Gauss and Dolls”.
Spirit of the chained calembour, now you are free, you can cross the line at last.

P.S. Tutta colpa di Mantellini che mi ha fatto rileggere Atlante Occidentale.
Che è, diciamola tutta, un romanzo noioso ma indispensabile per noi tecnoumanisti.

One thought on “Scherzi della memoria involontaria

  1. cz, atlante occidentale. dov’è? dove l’ho messo? mmm memory bug. devo assolutamente ritrovarlo. intanto mi rifaccio con staccando l’ombra da terra

    “boole e pupe”. “gauss and dolls”. andrea, cioè, non ho parole. ti candido per il nobel :)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>